L’Antistrust non molla Apple, Amazon e Google, controlli asfissianti

Margrethe Vestager contro Apple, Amazon e Google

La politica Margrethe Vestager, nonché a capo della Commissione dell’Unione Europea, non fa altro che ribadire quanto l’Antitrust stia dietro ai colossi tech, nonostante quest’ultimi abbiamo ricevuto recentemente una sanzione.

Dopo i 6,8 miliardi di euro per Google, anche Amazon e Apple sarebbero indagate per problemi legati alla mancata tutela e privacy degli utenti. Nello specifico tra gli osservati speciali ci sarebbe Apple Pay.

Margrethe Vestager non molla Apple e Amazon: continua osservazione per l’uso dei dati

Il servizio di pagamento mobile di Cupertino per esempio, sembrerebbe prevalere sugli altri quando l’utente sceglie di versare denaro tramite NFC. Situazione che invece non dovrebbe accadere, in quanto l’utente dev’essere libero di scegliere.

Sul colosso dell’e-commerce invece, le indagini non sarebbero terminate in quanto la stessa commissione europea sostiene che Amazon potrebbe aver abusato dei dati degli utenti per far vendere ancor di più ai suoi commercianti.

Nemmeno Google si salva dalla black list dell’Antitrust, che mediante alcuni questionari da far compilare ai concorrenti di Mountain View, si stanno accertando che quest’ultimo non “giochi sporco” sulla sua Search Console.