TIM sceglie Torino per testare la tecnologia 5G

Il 5G sbarcherà realisticamente in Italia nel 2020 ma TIM sta già lavorando per arrivare pronta all’appuntamento e ha illustrato le possibili applicazioni

TIM si sta preparando per far sbarcare in Italia la nuova frontiera della telefonia, la tecnologia 5G e ha scelto Torino per mostrare in diretta quelli che sono gli ultimi sviluppi della connettività mobile in Italia con un evento specifico nel quale sono state presentate tutte le possibili applicazioni di quella che si annuncia come una vera rivoluzione.

L’obiettivo è quello di diventare effettivamente operativi almeno nelle grandi città italiane dal 2020 e intanto TIM ha già fatto vedere di essere a buon punto, dimostrando già adesso di poter scaricare effettivamente file a Mbps in download. Come ha spiegato nel corso dell’evento Giovanni Ferigo, Direttore Technology di TIM, “grazie all’accordo con il Comune, nella seconda metà del 2017 installeremo più di 100 small cell in città che ci permetteranno una copertura capillare del territorio per fornire alla popolazione i servizi di nuova generazione legati alla Smart City. Torino sarà la prima città in Italia e tra le prime in Europa a dotarsi di una nuova rete mobile 5G”.

Una tecnologia che in effetti ha delle applicazioni molto interessanti: dalla realtà virtuale accompagnata alle tecnologie che portano il visitatore nei Centri Storici delle città attraverso una ricostruzione 3D al volo di un drone connesso alla rete radiomobile capace di inviare in tempo reale flussi di video ad un server in cloud computing, oppure ancora alla possibilità di giocare in rete con un avversario a migliaia di chilometri di distanza. Serve ancora un po’ di pazienza ma intanto TIM ci sta lavorando.