Facebook lancia il pulsante ‘Dona’ per il crowfunding

Un servizio presto attivo negli Usa e prossimamente anche in altre aree: Personal Fundraiser permetterà di raccogliere fondi per finanziare spese, ma non a scopi di lucro

Facebook ha sempre offerto nuove opportunità ai suoi utenti e presto si occuperà anche indirettamente di crowfunding. Con il nuovo servizio Personal Fundraiser infatti sarà possibile raccogliere fondi a fini personali, senza però scopo di lucro, come succede ad esempio per spese mediche e veterinarie, particolari emergenze finanziarie, pagare i costi degli studi universitari ma anche eventi imprevisti come un funerale.

L’annuncio è stato fatti con un post direttamente sul blog del notissimo social network. Personal Fundraiser permetterà agli utenti maggiorenni, come si legge, di “raccogliere fondi per se stessi, per un amico, un conoscente o per cause umanitarie” mentre sono esclusi a priori tutti gli altri utilizzi. Il servizio verrà sperimentato inizialmente negli Stati Uniti durante le prossime settimane, ma in futuro secondo le anticipazioni di tecnologia potranno essere aggiunte altre aree nel mondo in futuro.

Ma come funziona in pratica? Gli utenti con pagine verificate (come i personaggi pubblici) potranno aggiungere direttamente il pulsante ‘Dona’ rispettando comunque la mancanza do scopo di lucro. Facebook comunque ha già fatto sapere inoltre che ogni richiesta di fondi verrà esaminata e analizzata per ventiquattr’ore prima della sua apertura ufficiale.