TIM Music sparisce, migliaia di utenti arrabbiati

Dal 1° maggio TIM ha deciso di cancellare lo streaming musicale dalle piattaforme Young e non solo, ma la decisione è stata unilaterale e gli tenti non hanno gradito

C’è una spiacevole sorpresa per tutti i clienti TIM che nel loro piano tariffario hanno anche TIM Music: dal 1° maggio 2017 infatti l’operatore ha deciso di eliminare la possibilità di aderire gratuitamente allo streaming musicale e soprattutto lo ha fatto senza avvisare preventivamente gli utenti. La comunicazione infatti è arrivata all’improvviso, solamente con un Sms che anticipa la modifica unilaterale del contratto e la data del cambio facendo infuriare i clienti che hanno riempito la bacheca dell’operatore con moltissimi messaggi di rabbia.

Infatti se inizialmente sembrava che la modifica fosse soltanto per una particolare tariffa, TIM Young XL, invece sarà su tutte le offerte di questo piano. A parziale compensazione per la perdita, TIM ha comunque deciso di regalare a tutti i clienti prima raggiunti da TIM Music 2 GB al mese oltre alla possibilità di streaming illimitato senza consumare connessione dati a servizi simili come Google Play Music, Spotify e Apple Music.

Lo streaming musicale di TIM è stato cancellato anche dalle offerte TIM Special, anche se varrà soltanto per le nuove attivazioni. In realtà però le ultime anticipazioni di tecnologia confermano che TIM Music non morirà, ma dal 1° maggio 2017 potrà essere acquistato a parte pagando 0,99 centesimi per i primi tre mesi e 7,99 euro per i mesi successivi.