Google attacca ancora la sicurezza di Windows 10

Le polemiche tra Microsoft e Google su Windows 10 sembravano finite lo scorso novembre, quando Google rese noto un problema di sicurezza irrisolto nello stesso sistema operativo. Invece non è così, dato che la casa di Mountain View è tornata a segnalare un altro bug legato questa volta alle famose librerie GDI.

La violazione di accesso può essere sfruttata attraverso programmi come Internet Explorer, secondo quanto spiegato (in termini molto tecnici e in inglese) a questo indirizzo. La prima segnalazione a Microsoft era stata inviata a metà novembre, ma la casa di Redmond non ha fatto nulla nei mesi successivi.

Visto che Google aspetta solitamente 90 giorni prima di distribuire i suoi report ecco che, alla scadenza di metà febbraio, la questione è diventata di dominio pubblico. Oltretutto, Microsoft ha rimandato al mese prossimo gli ultimi aggiornamenti per la sicurezza di Windows 10, aumentando la possibile esposizione ad attacchi simili.

In attesa dell’immancabile “toppa” viene da chiedersi se Google faccia tutto questo solo a scopo informativo, oppure se ha un sassolino nella scarpa con la stessa forma del logo di Windows.