Twitter mette “in pausa” i profili più dannosi

Twitter ha iniziato a limitare ulteriomente le opzioni di chi usa il proprio account solo per attaccare qualcun altro. Il trolling, o cyberbullismo che dir si voglia, rappresenta uno dei problemi irrisolti per questo social network ma anche la principale attrattiva per chi vuole divertirsi ai danni dei personaggi famosi.

Twitter manda in panchina i cattivi

L’ultima novità su questo fronte riguarda i cosiddetti “time out” per usare un termine caro agli sport statunitensi. Se si viene colti nell’atto di offendere qualcuno, il nostro profilo può essere limitato per 12 ore nel raggiungimento degli altri utenti. Solo i nostri follower, in questo periodo, potranno leggere i post mentre saremo isolati dal resto della rete social.

Nel confermare l’attivazione di questi controlli, Twitter ha spiegato a BuzzFeed che non verifica solo il linguaggio, ma tutte le attività dei propri account. In altre parole, non serve essere educati nell’offendere qualcuno se usiamo il profilo solo per gli attacchi personali. Prima o poi, arriverà lo stop di 12 ore.