HTC Asus e Acer deluse dal 2016

Brutte notizie per i tre maggiori produttori di smartphone con sede a Taiwan. Secondo le ultime stime degli analisti l’intero terzetto formato da HTC, Asus e Acer chiuderà il suo anno fiscale in negativo mancando le stime previste di parecchi milioni (di unità vendute).

Oltre all’enorme concorrenza che c’è ormai nel settore della telefonia, si segnalano vendite in netto calo per tutti e tre i produttori. Questi, secondo Digitimes, sono i motivi per cui HTC, Asus e Acer non avranno molto da festeggiare il 31 dicembre.

HTC prende ripetizioni di marketing?

Nel caso specifico di HTC, c’è anche la questione marketing: evidentemente, non riesce a promuovere al meglio le sue novità. Non si spiega altrimenti come uno smartphone tra i migliori dell’anno (HTC 10) resti molto indietro nelle vendite rispetto ai diretti rivali. Di recente lo ha perfino scontato per Natale, mossa che di solito serve a incentivare le vendite.

Lo stesso discorso si può applicare al visore HTC Vive. Considerato tra i migliori dispositivi per la realtà virtuale in commercio, se non il migliore, è praticamente sconosciuto fuori dal mondo degli appassionati di hardware o componentistica per PC.