Google raggiungerà il 100% di energia rinnovabile entro il 2017

Il colosso Google ha intenzione di ridurre il suo impatto ambientale e, tramite un post pubblicato sul suo blog ufficiale da Urs Hölzle, Senior Vice President Technical Infrastracture, ha annunciato che è in procinto di coprire tutta la richiesta energetica delle proprie strutture sparse per il mondo con energia rinnovabile entro il 2017.

“Sono felice di annunciare che nel 2017 il 100% dell’energia utilizzata da Google per le sue operazioni a livello mondiale – inclusi dunque sia i nostri data center sia gli uffici – verrà da fonti rinnovabili. Siamo stati una delle prime aziende a creare, su larga scala, contratti a lungo termine per l’acquisto di energia rinnovabile in maniera diretta; abbiamo firmato il nostro primo accordo per l’acquisto di tutta l’energia elettrica da un parco eolico da 114-megawatt in Iowa, nel 2010. Oggi, siamo il più grande acquirente aziendale al mondo di energia rinnovabile, con impegni che raggiungono i 2,6 gigawatt (2.600 megawatt) tra energia eolica e solare. Si tratta di un valore più grande di quello di molte grandi aziende di utility e più del doppio rispetto ai 1.21 gigawatt che ci sono voluti per inviare Marty McFly nel futuro”, si legge sul blog di BigG.

La maggior parte dell’energia utilizzata dai server Google è eolica, mentre la restante è fotovoltaica. Finora il colosso californiano si è limitato all’acquisto della maggior parte dell’energia di cui necessita, tuttavia, in un futuro non molto lontano, l’azienda ha deciso di produrre autonomamente l’energia di cui ha bisogno, tramite i progetti finanziati dai propri stessi acquisti.

“Per raggiungere questo obiettivo acquisteremo direttamente abbastanza energia eolica e solare, ogni anno, tenendo in considerazione ogni singola unità di energia elettrica consumata dalle nostre operazioni, a livello globale. Non solo. Ci stiamo concentrando sul creare nuova energia dalle fonti rinnovabili, per questo acquisteremo solo da progetti che sono finanziati dai nostri stessi acquisti. Nel corso degli ultimi sei anni, il costo dell’energia eolica e solare è sceso rispettivamente del 60 e dell’80 per cento, a dimostrazione che le energie rinnovabili stanno sempre più diventando l’opzione al costo più basso disponibile”, spiega il colosso di Mountain View nel comunicato ufficiale.

Nel rinnovabile, BigG non vede solo il senso di responsabilità ambientale sempre più pressante in un Pianeta che soffre, ma una vera e propria opportunità di crescita aziendale, difatti il costo dell’energia eolica è sceso del 60%, mentre il prezzo dell’energia solare ha avuto un calo dell’80%, questo dimostra che le energie rinnovabili stanno man mano diventando un’opzione non solo ecocompatibile, ma anche economica. Oltre ai 20 nuovi progetti di energia rinnovabile, la società intende effettuare investimenti infrastrutturali superiori ai 3,5 miliardi di dollari a livello globale, due terzi dei quali negli States.

“La scienza ci dice che la lotta contro il cambiamento climatico è una priorità globale sempre più urgente. Crediamo che il settore privato, in collaborazione con i leader politici, debba prendere misure concrete importanti e che per quanto riguarda Google, siamo in grado di farlo in un modo che porta crescita e opportunità. Abbiamo la responsabilità di farlo – per i nostri utenti e per l’ambiente. Ci sono ancora molti progressi da fare, ma questi risultati che annunciamo oggi sono una boccata d’aria fresca. Ora, torniamo al lavoro”, concludono.