Windows 10 ricomincia a crescere

Windows 10 ha ripreso a crescere dopo il rallentamento estivo, secondo i dati diffusi da Net Applications e StatCounter. Il mese scorso, circa un quarto dei PC in circolazione usava questo sistema operativo, che tuttora resta indietro al predecessore Windows 7 come diffusione.

Il fatto che Windows 10 sia ancora una “minoranza” rispetto ai vecchi sistemi operativi di Microsoft si deve soprattutto al rallentamento del mercato computer. Meno persone acquistano PC nuovi di zecca con Windows preinstallato e ancor meno sentono la necessità di aggiornare quello che usano sul vecchio computer.

Inoltre, la scarsa diffusione dei telefoni Microsoft rende le percentuali raccolte su telefono poco significative.

Microsoft spinge l’acceleratore su Windows 10

La casa di Redmond sta cercando da mesi di invogliare gli utenti a cambiare sistema operativo o proprio l’intero computer per passare a Windows 10. Lo ha fatto prima con l’offerta dell’upgrade gratuito, poi scaduta, e in estate annunciando vari accordi di esclusiva per i nuovi chip targati Intel e AMD.

In realtà, il merito nella crescita recente va al settore professionale, in quanto le aziende hanno (finalmente) iniziato ad aggiornare i loro sistemi.