Google imbarazza Microsoft sulla sicurezza

Google è tornata a segnalare pubblicamente le falle nella sicurezza del sistema operativo Windows attraverso appositi annunci diffusi in rete. L’ultimo arriva via blog e riguarda la possibilità (per eventuali hacker malintenzionati) di ottenere il controllo del sistema sfruttando un bug legato al kernel principale di Windows 10.

Una delle applicazioni toccate da questo bug, il lettore multimediale Flash, è stata aggiornata dal suo produttore Adobe poco dopo che Google l’ha informata del problema. Microsoft, invece, non ha fatto nulla per risolverlo – motivo per cui la stessa Google ha deciso di renderlo pubblico.

Microsoft non ha preso bene la notizia spiegando a Venturebeat che annunci simili finiscono per mettere a rischio gli utenti (dato che fanno da istruzioni per gli hacker). Non si capisce perché non ha corretto il problema con uno dei tanti update a Windows dato che Google l’aveva informata privatamente.

In ogni caso, pare che la “falla” fosse sfruttabile principalmente attraverso Flash quindi le possibilità di essere esposti si sono già ridotte di molto.