L’iPod di Apple compie 15 anni, com’è cambiata la musica

iPod di Apple compie 15 anni

L’iPod di Apple venne immesso sul mercato il 23 ottobre del 2001, con il famosissimo slogan “Mille canzoni in tasca“. Sono passati ben quindici anni da quando il device di Steve Jobs entrò nelle tasche delle persone, in realtà non è passato tantissimo tempo, ma per la tecnologia si. Otto mesi prima la società di Cupertino aveva lanciato iTunes, due novità che presto cambiarono il futuro della musica, che passò da quella analogica a digitale.

Ebbene si i tempi passano e le abitudini cambiano, infatti prima dell’iPod la musica si ascoltava tramite il lettore CD che conteneva al massimo 15 canzoni. Prima ancora c’era il Walkman a cassette, usatissimo soprattutto nelle gite scolastiche appartenenti agli anni 80.

Da quando uscì l’iPod la gente non aveva più bisogno di altri lettori Mp3, quel device di Apple era già tutto ciò di cui avevano bisogno. Con il tempo anche la memoria è aumentata a dismisura, dai 5 GB iniziali fino ai 128 GB attuali. Ovviamente tutto ciò ha creato problemi alla pirateria online, e ha aperto la strada allo streaming. Anch’esso cresciuto in maniera grandiosa, basti pensare oggi a Spotify o lo stesso servizio online Apple Music.