Anche Western Digital sale sul treno SSD

Nonostante siano sul mercato già da diversi anni, i dischi fissi a stato solido incontravano ancora qualche resistenza da parte dei produttori più legati agli hard disk tradizionali di tipo meccanico. Come Western Digital, marchio storico del settore che in questi giorni si è “arresa” inserendo in catalogo due nuovi modelli SSD dedicati al pubblico privato.

Le versioni WD Blue e WD Green si differenziano per la capacità e il consumo elettrico: il primo arriva fino a un terabyte mentre il secondo si ferma a 240 gigabyte. Entrambi usano lo standard SATA III e sono pronti per l’installazione con tanto di software dedicato per ottimizzarne spazio e durata. Li trovate tutti e due sul negozio online della stessa Western Digital a un prezzo di circa 100 Euro ciascuno.

I vecchi hard disk non muoiono mai?

Con l’arrivo di Western Digital nel settore SSD, possiamo dire che (forse, finalmente) gli hard disk tradizionali stanno davvero andando in pensione. Per vedere solo dischi a stato solido in tutti i computer ci vorrà probabilmente qualche anno, ma la strada da seguire sembra definitivamente questa.