Apple perde il pelo ma non il vizio!

Nuovi guai per Apple: l’accusa è di non aver pagato 65 miliardi di dollari di tasse

Le ultime novità Apple non sembrano più riguardare l’uscita del nuovo iPhone 7, ovvero di altri gadget hi-tech di ultima generazione, ma si focalizzano su un unico argomento: evasione tasse. Il Gigante Apple deve rispondere ad un’altra pesante accusa: evasione di circa 65 miliardi di dollari e spostamenti di denaro all’estero.

Nuove accuse che infangano il marchio della Mela e che fanno tremare le solide basi di una società che, senza ombra di dubbio, domina il mercato dei dispositivi mobili di ultima generazione e non solo. Apple sta investendo in moltissimi settori, non solo in quello relativo ai device maggiormente conosciuti, ma allo stesso tempo è oggetto di numerosi attacchi da parte del fisco a stelle e strisce. Qualcosa non quadra!

Dopo gli accertamenti dell’Unione Europea, ecco quelli del governo americano, che prontamente hanno messo in crisi il mondo Apple, proprio dopo la presentazione e il primo boom di vendite dell’iPhone 7.

Secondo le mirate indagini condotte dagli organi competenti in materia fiscale, Apple ha eseguito delle transazioni molto corpose (trattasi di cifre davvero alte) con società al di fuori del territorio U.S.A. Il tutto si traduce in 65 miliardi di tasse non pagate al fisco americano.

Cosa succederà ora? Sicuramente, la società di Cupertino, dopo essere stata chiamata in causa anche dal governo americano, non esiterà a fare ricorso, dato che tale situazione di evasione delle tasse non è nuova per Apple. Però, c’è anche da dire che il mercato americano rappresenta un’oasi economica per il colosso dell’Hi-tech, quindi, non pagare le tasse equivale a danneggiarsi con le proprie mani.

Per ora la società, che continua a dominare i mercati mondiali, nonostante piccoli crolli dovuti ad una concorrenza sempre più forte e spietata, ancora non si è pronunciata: nessuna ufficiale dichiarazione è stata riportata dai legali della stessa.

Ma, la domanda è una: per una società come Apple vale la pena affrontare annualmente situazioni di questo tipo? L’evasione è un’illecita attività che comunque, anche se indirettamente, va ad incidere sul valore globale del prestigioso marchio.

Così come il “lupo perde il pelo ma non il vizio”, anche “Apple continua a produrre ma a non pagare le tasse!”