Il futuro di Windows Phone è a 64 bit

Oltre ad essere scarsamente diffuso nel mondo smartphone, il sistema operativo Windows 10 Mobile (ex Windows Phone) di Microsoft è anche uno degli ultimi a 32 bit – quindi limitato nella gestione della memoria. Dalla sua recente conferenza Ignite, la casa di Redmond ha però annunciato che le cose cambieranno molto presto con il passaggio ai fatidici 64 bit già alla base di Android e iOS.

Windows Phone è al capolinea? Non ancora

Considerando che gli smartphone attuali raramente superano i 4GB di memoria RAM, tranne per i modelli di fascia alta, questo limite non ha grossa rilevanza ed è più una barriera verso il progresso dei modelli futuri. La decisione, da parte Microsoft, di aggiornare radicalmente il suo sistema operativo dimostra che non ha ancora rinunciato al mercato “mobile” malgrado le pesanti delusioni raccolte finora.

Di fatto, la stessa Microsoft ha ribadito che continuerà a produrre smartphone senza però confermare l’esistenza del fantomatico Surface Phone. Quest’ultimo potrebbe essere svelato l’anno prossimo e servire da piattaforma di (ri)lancio per Windows 10 Mobile se avrà caratteristiche e prezzo davvero competitivi.