Meno persone, più computer al lavoro su Facebook

L’automatizzazione del lavoro non può ignorare un settore in costante progresso tecnologico come Internet e, nello specifico, i social network. Inoltre, l’avanzamento dell’intelligenza artificiale rende molti compiti normalmente eseguiti dalle persone gestibili anche dai computer.

Un redattore che non è un redattore, ma un PC

Lo dimostra l’annuncio di Facebook circa la gestione dei suoi Trending Topics, cioé gli argomenti più condivisi e popolari del momento. Finora, erano dei “semplici” essere umani a descriverli e presentarli agli utenti ma in futuro saranno controllati da una serie di algoritmi (ma la scelta degli argomenti dovrebbe ricadere, non si sa per quanto, ancora sulle persone).

Ovviamente, si tratta di una scelta che serve a ridurre i costi aumentando i guadagni perché un PC non riceve retribuzione se svolge uno o più compiti extra.

Il sistema delle news dovrebbe continuare a funzionare normalmente, eccetto per l’aggiunta di notizie “importanti” scelte per noi dallo stesso algoritmo. Per chi passa molto tempo su Facebook, sarà curioso vedere quanto sono abili i computer a fare da giornalisti improvvisati.