La “drammatica” fine della missione del rover lunare Yuto

Il rover lunare Yuto abbandona la missione dopo 31 mesi di duro lavoro

Il robot lunare cinese, meglio conosciuto come rover lunare Yuto ha gettato la spugna, decretando la fine della sua lunga missione sulla luna. Diversi mesi fa, il piccolo robot, spedito sulla superficie lunare al fine di ampliare le conoscenze umane e condurre sempre più specifiche ricerche scientifiche, aveva avuto un piccolo incidente di percorso: un guasto meccanico stava rallentando le operazioni, non permettendo al robot Yuto di agire con autonomia, così come era stato abituato, o meglio programmato.

Ma, le operazioni sono continuate, fino a quando la Chinese Accademy of Science non ha del tutto perso i contatti con l’esploratore metallico. Dopo 31 mesi la missione volge al termine, nel peggiore dei modi: i circuiti del rover lunare Yuto hanno smesso di funzionare e inviare messaggi alla base terrestre.

Yuto era stato inviato sulla luna nel 2013, con la carica di primo ufficiale della missione Cine Chang’e 3, riscrivendo le pagine dei libri di storia cinesi: è la prima volta che la Cina arriva fin sulla luna.

La fine della lunga missione del rover lunare Yuto

Il sofiticato robot Yuto era stato lanciato nell’immensità dello spazio con l’unico scopo di atterrare sulla Luna e condurre una missione di ricerca di soli 3 mesi, poi prolungatasi fino a pochi giorni fa. Gli ingegneri e gli esperti che hanno preso parte al progetto sapevano di poter contare sul piccolo robot lunare cinese, ma mai avevano creduto che il piccolo astronauta di metallo sarebbe riuscito a “sopravvivere” tanto a lungo così lontano da casa.

Le condizioni climatiche (le temperature lunari sono davvero molto rigide) hanno messo a dura prova Yuto, il quale ha resistito per tantissimo tempo, finchè un piccolo incidente dello scorso febbraio ha dannaggiato i suoi circuiti. Da qual momento le cose sono andate sempre peggio, fino a che le comunicazioni con il nostro Pianeta, si sono interrotte del tutto.

Il rover lunare Yuto, in questi 31 mesi lunari, ha inviato tantissimi dati e foto utilissime per i ricercatiori e gli scienziati, e ha dato prova che la tecnologia spaziale (visto il lungo tempo di attività) è sulla buona strada per migliorare ancor di più.

Grazie al robot lunare cinese Yuto, la luna ha meno segreti per noi.