Apple darà una lauta ricompensa a chi scopre “falle nel sistema”

200mila dollari a chi riesce a trovare delle falle nei software Apple: si punta alla massima sicurezza

La sicurezza informatica è un tema da non sottovalutare mai e i grandi del mondo della tecnologia, di internet e dei software in generale lo sanno bene. Anche Apple ha deciso di attivare una particolare procedura per verificare la sicurezza dei propri software e testare così il livello generale del proprio sistema.

Così come Google e Mozilla, anche Apple ha deciso di aprire la stagione di caccia: il bug è la preda da scovare e catturare, anzi eliminare. Una caccia spietata, al fine di far venire allo scoperto gravi vulnerabilità del sistema e risolverle tempestivamente. Gli esperti in sicurezza informatica sono stati chiamati alle armi: 200mila euro per chi riesce a trovare delle negatività gravi nei software.

Da settembre il programma per testare la sicurezza dei software Apple avrà inizio e diversi collaboratori, esperti nello specifico settore della sicurezza informatica, daranno il massimo per vedere se il sistema Apple supererà la prova vulnerabilità.

Sarà la stessa azienda Apple a chiamare i ricercatori, scelti tra coloro più in vista nel settore di riferimento, i quali riceveranno abbondanti somme di denaro, nel caso in cui riescano a trovare falle nel sistema. Ovviamente, i 200mila dollari non saranno assegnati ad un’unica persona, ma saranno divisi in base al grado di difficoltà del compito assegnato e alla gravità del problema riscontrato e portato alla luce.

Apple ha deciso di investire tanto nella sicurezza dei propri software: una giusta mossa per tutelare gli attuali utenti e per attirarne nuovi.