Facebook accusata di contribuire alla violenza dei terroristi

Denuncia facebook

Facebook è stata accusata direttamente dalle famiglie americane e israeliane di aver contribuito alle campagne di violenza di Hamas contro i palestinesi. Il social network di Zuckerberg è sotto accusa, le famiglie richiedono la cifra più alta che sia mai stata chiesta ad un social, circa un miliardo di dollari.

Facebook è finita sotto accusa per non aver controllato a dovere i messaggi di violenza trasmessi sul web, in alcuni casi nemmeno una censura sul contenuto violento. La causa arriva da New York, l’avvocato israeliano Ms Darshan Leitner sostiene che come sono state accusate le banche statunitensi di aver fatto aprire conti a gruppi terroristici, anche il social deve pagare per aver fatto aprire un account Facebook.

Un’accusa molto grave contro il social, che negli ultimi tempi ha pubblicato una notizia in cui svela che il team sta migliorando il monitoraggio ed aumentando le censure per contenuti a carattere violento o razzista che sia.