Video on demand, in Europa l’anno della svolta! Numeri da urlo!

Sempre più contenuti on demand e sempre meno utenti che scelgono i contenuti “classici” ovvero messi a disposizione dalla televisione tradizionale! Questo in estrema sintesi quanto emerge dallo studio effettuato nei giorni scorsi da ITMedia Consulting che verrà pubblicato a fine mese.

Studio che segnala appunto in Europa una crescita molto alta della fruizione dei contenuti video on demand. Il 2016 infatti secondo questo studio rappresenterà l’anno dell’esplosione definitiva dell’on demand. Dati che hanno fatto cambiare la politica degli investimenti a tutti i principali broadcaster europei: l’utilizzo e la fruizione in ogni sua forma dei video On demand in Europa cresceranno quest’anno di un livello molto più alto, ovvero con oltre il 60% rispetto all’anno precedente, e raggiungeranno la ragguardevole cifra di €6,549 miliardi nel 2019, con un tasso medio di crescita annuo del 17%. Dunque un vero e proprio boom.

La fruizione dei contenuti on-demand avviene sempre più attraverso più dispositivi e in questa prospettiva l’esplosione del mobile rappresenta un fattore chiave (basta considerare che lo smartphone viene utilizzato dal 33% addirittura più di venticinque volte al giorno per ricerche di contenuti on-demand). E appunto tutte le più grandi aziende del settore media e televisivo ne hannoo preso atto rapidamente (in Italia Mediaset è in assoluto regina del mercato video on-demand con i suoi portali internet raggiungibili sia da desktop che da mobile).