E se Facebook spiasse le telefonate? Arriva l’allarme dagli Usa

app news Facebook

E se Facebook spiasse le telefonate? Arriva l’allarme direttamente dagli Stati Uniti! Il social network negli Stati Uniti infatti sarebbe in grado di ascoltare le telefonate tramite la propria App scaricata sugli smartphone! Tutto tramite il microfono appunto resente nei telefoni e smartphone! Una notizia che nel caso fossero trovati dei riscontri chiaramente butterebbe un ombra importante sull’onestà intellettuale dei sistemi informatici del più grande social network al mondo (oltre 1 miliardo e mezzo di persone al mondo sono connesse su Facebook).

A lanciare l’allarme appunto è stata Kelli Burns, professoressa di mass media della University of South Florida. La stessa professoressa infatti si è accorsta che riceveva continuamente all’interno della navigazione su facebook offerte pubblicitarie molto ben indirizzate su argomenti di cui lei stessa aveva parlato al telefono in precedenza con altre persone!

Una sorta dunque di “evoluzione” non permessa della tecnologia dei cookie. E tutto appunto tramite il microfono. Al momento però l’utilizzo del microfono tramite le App di Facebook è consentito solo negli Stati Uniti e in nessun altro paese. L’utilizzo del microfono dicono da Facebook è giustificato in questo modo: “Quando scrivi un aggiornamento di stato, usiamo il tuo microfono solo per individuare i contenuti che stai ascoltando o guardando in base alla musica e ai programmi Tv che siamo in grado di identificare”.

Dunque Facebook ammette che il microfono degli smartphone, tramite l’App, iene utilizzato per ascoltare rumori e suoni attorno agli utenti americani. La professoressa Burns invece pensa che serva anche ad ascoltare le chiamate: il tutto comunque a fine commerciali. Chi avrà ragione?