Apple crea disagi, utenti infastiditi e nervosi

Apple crea disagi e disservizi

Sappiamo bene quanto Apple sia brava nello sviluppo di app e nell’introduzione di funzionalità importanti. Qualcosa però ieri non è andata per il verso giusto, malfunzionamento e disservizi riguardante ogni servizio offerto da Apple. Gli utenti non riuscivano a completare acquisti sull’Apple Store, alcuni dati conservati su iCloud impossibili da riprendere, difficoltà nell’accedere a librerie musicali e su iTunes.

Cosa ha combinato Apple nella giornata di ieri?

L’ira maggiore si è concentrata negli Stati Uniti, gli utenti hanno dimostrato la loro rabbia attraverso i social con parole pesanti al limite dell’insulto, la società di Cupertino non poteva fare diversamente dal giustificarsi. Anche in Italia i disagi sono stati numerosi, ma la reazione decisamente diversa in quanto i servizi andavano leggermente meglio. Dopo un’oretta e mezza di sofferenza e ira da parte degli utenti, Apple è riuscita a riprendere in mano la situazione ripristinando i servizi e far ripartire almeno quelli base, quanto meno far eseguire l’accesso alla posta elettronica (uno dei maggiori fastidi fra gli utenti).

Oggi sembra esser tornato tutto alla normalità ma ancora c’è chi si spiega cosa sia successo. Esclusa l’ipotesi di un possibile attacco hacker multiplo, i più maligni credono che Apple stesse testando nuove funzionalità, non riuscendo a mantenere quelle vecchie e perdendo il controllo dei servizi attuali.