Lo smartphone è più importante di un mio amico

Dipendenza da smartphone

Sembrerebbe impossibile che il valore della tecnologia possa superare il valore umano, invece il 37% delle persone mette al primo posto il proprio smartphone piuttosto che un amico. La conferma arriva direttamente dall’università di Würzburg e Nottingham Trent per conto di Kaspersky Lab. Durante l’intervista è stato chiesto alle persone di stilare una classifica per importanza, inserendo oggetti e persone. Sembra un’utopia, ma la maggior parte delle persone hanno messo lo smartphone al primo posto.

L’analisi della ricerca

I risultati dell’esperimento lasciano un po’ senza parole: il 37,4% degli utenti ha affermato che il proprio smartphone è più importante o allo stesso livello degli amici stretti. Il 29,4% ha ammesso di avere più attenzioni verso il proprio smartphone che nei confronti dei propri genitori; per il 21,2% la sua importanza è superiore o pari a quella del proprio partner. Il dato più critico è che c’è stato l’1,1% che ha confidato di tenere al proprio device più di qualsiasi altra cosa della propria vita. Risultati che fanno paura, la tecnologia è ormai parte di noi ed è come se non riuscissimo a liberarcene.

I test sono stati svolti presso le università di Würzburg e Nottingham Trent, rispettivamente in Germania e Inghilterra. I risultati hanno dato conferma che la tecnologia fa parte della nostra vita ed è come se fossimo dipendenti da essa. Astrid Carolus, Media Psychologist alla University of Würzburg, che ha condotto lo studio ha espresso così la sua opinione: “I nostri telefoni sono una parte integrante delle nostre vite e questo studio ne dà una prova psicologica. Il nostro legame con lo smartphone assomiglia all’amicizia, il che significa che tendiamo a fidarci molto di un oggetto inanimato; così tanto da considerarlo un elemento della nostra vita più vicino e importante di molte altre persone”.