USA denuncia Fitbit: misuratore di passi inaffidabile

USA denuncia Fitbit

Direttamente dagli USA arriva la denuncia collettiva verso i misuratori di passi e battiti perché risulterebbero inaffidabili. Oggi le app per la salute e i braccialetti con la funzione “fitness tracker” sono sempre più diffusi, ma il risultato non sempre è reale. La class action, definita come denuncia collettiva, arriva dagli USA contro uno dei prodotti più famosi e diffusi: lo smart bracelet FITBIT.

Ogni accusa è stata fondata su degli studi ben precisi, l’ultimo dei quali proviene dalla California State Polytechnic University, che ha analizzato 43 sportivi che hanno indossato il braccialetto conta passi e battiti. Pare siano stati riscontrati scostamenti fino a 20 battiti al minuto durante la misurazione dei battiti, confrontati con gli strumenti professionali.

Le accuse arrivano anche da Medicine & Science e contestano i risultati non veritieri dei braccialetti conta passi e battiti. Fitbit si difende così: «Ci difendiamo strenuamente contro queste affermazioni – resisteremo ad ogni tentativo di far leva su tattiche che confondono i consumatori o false affermazioni di evidenze scientifiche».