Google Vs Oracle: Mountain View vince il primo round sull’uso di Java

Google e Oracle si sono sfidati in tribunale negli Stati Uniti su Java, o per meglio dire Oracle ha intentato causa contro Google per l’uso (secondo i primi) non autorizzato di Java nella creazione dei sistemi operativi Android per gli smartphone!

Ma andiamo con ordine e innanzitutto bisogna capire meglio cosa è in realtà Java: in informatica Java è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti a tipizzazione statica, specificatamente progettato per essere il più possibile indipendente dalla piattaforma di esecuzione. Dai portatili ai datacenter, dalle console per videogiochi ai computer altamente scientifici, ai telefoni cellulari e a Internet, Java è onnipresente. Due numeri su tutti (da java.com):

  • Il 97% dei computer desktop aziendali utilizza Java.
  • L’89% dei computer desktop (o dei computer) negli Stati Uniti utilizza Java.

Come detto sopra appunto Google è stata accusata da Oracle di aver violato brevetti java per la creazione dei Os Android. Il caso è finito in un tribunale della California con richieste esorbitanti: Oracle infatti ha chiesto a Google ben 8,8 miliardi di dollari in danni. Per i giurati però la richiesta è infondata e hanno rigettato il tutto dando ragione a Google che sosteneva di avere tutto il diritto di usare Api senza licenza a patto che si affidasse a un suo codice. Dunque al momento è 1 a 0 per il grande G. Ma Oracle ha giù annunciato ricorso in appello. Insomma, non finisce qui.