Microsoft Lumia 950/950XL vs iPhone 6s/6s Plus

Confronto tra ecosistemi equivalenti.

Microsoft Lumia 950/950XL vs iPhone 6s/6s Plus
iPhone 6s vs Lumia 950

Microsoft Lumia 950/950XL vs iPhone 6s/6s Plus: chi vince la competizione?

Microsoft ha da poco presentato i nuovi top di gamma della serie Lumia che vanno a sostituire i Nokia Lumia 930 e 1520.
Nello stesso periodo Apple ha presentato i nuovi iPhone 6s ed iPhone 6s Plus. Vediamo insieme qual è il migliore.

Apple è stata la prima azienda ad introdurre il concetto di ecosistema tra dispositivi mobili, fissi e cloud.
Microsoft, per sfidare il colosso di Cupertino, ha seguito lo stesso trend unendo windows 10 desktop alla controparte mobile e a One Drive.
I due ecosistemi sono molto simili, infatti entrambi hanno la possibilità di iniziare un’operazione su un dispositivo, lo smartphone per esempio, ritrovandosela in seguito sul proprio computer sia Mac che Windows per poter completare il lavoro in tutta comodità operando su uno schermo più grande.
Ecco che se da un lato i due sistemi sono equiparabili non lo sono allo stesso modo sotto il profilo hardware mobile.

iPhone ha indubbiamente un design più ricercato rispetto a Lumia, integra un lettore di impronte digitali di ultima generazione e la possibilità di disporre di uno schermo touch capace di riconoscere i livelli di pressione proprio come accade sui Samsung Galaxy Note o sulle tavolette grafiche.
Dall’altro lato la suite di office è completamente integrata con Windows Mobile 10 e permette una facile interazione con il pc dell’ufficio (in gran parte basati su Sistema operativo Windows) avendo anche come client Outlook.
Un altro aspetto a che diversifica i due ecosistemi è la memoria disponibile, sia sullo smartphone (espandibile su Lumia, fissa su iPhone) che sul cloud, 30GB  a disposizione per gli utenti One Drive di  Microsoft, 5GB per gli utenti iCloud di Apple senza abbonamenti per ulteriore spazio.

Apple domina nel parco applicazioni anche se con le app unificate tra versione mobile e desktop di Microsoft questa disparità sarà facilmente superata dal colosso di Redmond.

Tornando al quesito iniziale, Microsoft Lumia 950/950XL vs iPhone 6s/6s Plus, ovvero quale dei due ecosistemi e dispositivi sia il migliore, la risposta non è semplice.
Entrambi i sistemi sono molto intuitivi e danno poche possibilità di personalizzazione all’utente ed entrambi richiedono una PC suite per sincronizzare i file tra computer e telefono.

La scelta deve per forza ricadere sulla piattaforma desktop che si usa, ovvero tra Mac OSX e Windows.
Le due aziende offrono la massima sinergia tra dispositivi quando questi comunicano con prodotti della stessa azienda invitando il cliente a costruire il proprio piccolo ecosistema sia in ufficio che in ambito domestico.

Quale scegliere? È principalmente una questione di gusti, ma bisogna, nella decisione finale, tenere conto anche dei prezzi: iPhone parte da 779€, mentre Lumia arriva a 699€, cifre molto differenti se si considerano i dispositivi a parità di caratteristiche hardware come display e memoria; infatti Microsoft propone il proprio top con schermo da 5.7″ a 699€, mentre Apple fa lievitare il prezzo del proprio Plus da 128Gb a ben 1109€, una cifra non proprio alla portata di tutti.

Se il prezzo non è un problema, la scelta è dettata solo dal gusto personale, mentre se si vuole dare uno sguardo al portafogli allora bisogna propendere per i prodotti della finestra.

In ultima analisi va considerata la dock per i Micosoft Lumia, che permette di portare un computer con sé in qualunque momento semplicemente collegando lo smartphone alla dock, cosa non possibile con iPhone.
Se per voi portare solo un dispositivo e una dock al posto di smartphone e notebook è importante, allora ancora una volta la scelta cadrà su Lumia.

Tirando le somme e sorvolando sui gusti personali (spesso e volentieri quelli che poi stabiliscono la vera discriminante in fase d’acquisto), la vincitrice del confronto Microsoft Lumia 950/950XL vs iPhone 6s/6s Plus è Microsoft, la quale vi offrirà prodotti completi e performanti a prezzi destinati a scendere ulteriormente nel corso dei mesi.