Xperia Z5 Premium usa il 4K solo quando serve

xperia z5 premium 4k

Tra le novità più avanzate dal punto di vista tecnologico dei nuovi top di gamma presentati recentemente da Sony, spiccava senza dubbio la risoluzione 4K a cui si sarebbe spinto il display dell’Xperia Z5 Premum.

Con la sua densità di pixel superiore agli 800 PPI, avrebbe garantito una qualità dell’immagine senza precedenti in ambiente smartphone, almeno in quei contenuti capaci di sfruttarne la risoluzione.

Proprio a proposito di questo, Sony ha recentemente confermato un comportamento quantomeno singolare che il Z5 Premium adotterebbe nella maggioranza delle condizioni d’uso.
Sembra proprio, infatti, che quando non si trovi all’interno della galleria o, comunque, quando non ci si trovi a riprodurre contenuti esplicitamente a 4K, tutti i contenuti vengano renderizzati ad un più modesto Full HD, sfruttando a pieno la risoluzione superiore solo quando ce ne sia veramente bisogno.

In poche parole, gli elementi dell’interfaccia sono soltanto scalati, restando in tutto e per tutto analoghi a quelli delle versioni Full HD.
Anche le varie applicazioni, al momento del lancio, sono “ingannate” dal telefono, con quest’ultimo che le induce a credere di trovarsi in presenza di un display Full HD.

Il motivo di tutto questo? Per preservare l’autonomia del dispositivo, che altrimenti si sarebbe rivelata insufficiente per l’utilizzo quotidiano.
È una scelta per certi versi comprensibile, specialmente alla luce del fatto che per l’utente l’esperienza d’uso rimarrà praticamente la medesima, con il plus di poter visionare contenuti dalla risoluzione elevatissima.
Nonostante le giustificazioni, però, viene da chiedersi se, ora come ora, abbia veramente senso dotare un dispositivo portatile di una definizione così elevata.