Windows 10 e i primi problemi

Windows 10 si aggiorna e risolve numerose incompatibilità.

Windows

Tutti quanti vogliono Windows 10, a costo di utilizzare il sistema manuale di aggiornamento tramite il tool di Microsoft; gli utenti non sembrano voler aspettare pazientemente il loro turno per l’aggiornamento automatico a Windows 10, che, tramite la prenotazione gratuita, sta lentamente arrivando a tutti gli utenti in possesso dei requisiti minimi.

I problemi non sono però tardati ad arrivare: molti utenti stanno riscontrando problemi di incompatibilità con alcune periferiche, a volte risolvibili tramite aggiornamenti dei driver, ma in caso di non riuscita si è costretti ad utilizzare la procedura di “reverse”(disponibile nelle impostazioni – aggiornamento e sicurezza – ripristino) per tornare al sistema operativo precedente e aspettare un momento migliore per aggiornare (magari quando Microsoft sarà riuscita ad ottimizzare e a migliorare Windows 10).

La procedura di ripristino al sistema operativo precedente è disponibile per 30 giorni da quando viene installato Windows 10 ed è utile in caso non sia possibile avere un sistema funzionante, dovuto appunto alla presenza di numerose incompatibilità ancora da risolvere.

C’è però una buona notizia: proprio in questi giorni sta arrivando un pacchetto di aggiornamenti abbastanza importante, si parla infatti di 700 mb circa. Questi aggiornamenti andranno a colmare numerosi problemi sul sistema operativo, a cominciare dalle incompatibilità, fino ad arrivare ai numerosi bug. Tutti coloro che hanno problemi con Windows 10 e non riescono a risolverli reinstallando driver e applicazioni non funzionanti devono solo aspettare qualche altro giorno e con un po’ di fortuna il loro problema sarà risolto.