Caldo eccessivo, come non far fondere il vostro Smartphone

il caldo eccessivo di quest’estate potrebbe compromettere il vostro smartphone, ecco alcuni consigli per evitare di danneggiarlo.

Fa molto caldo, sudate, non lo sopportate più? Non siete gli unici a patire per queste temperature tropicali che quest’estate ci sta regalando. Anche i vostri apparati elettronici soffrono il caldo, più tecnologia, più il caldo può essere dannoso. Le eccessive temperature raggiunte dai vostri smartphone rischiano di rovinare irreparabilmente i chip interni dei dispositivi. E allora ci chiediamo, cosa fare per evitare i danni?

Tra consigli e legende metropolitane, andiamo a vedere i consigli più semplici da adottare, ovvero in primis evitare di lasciare i propri device sotto il sole diretto e comunque evitare posti troppo caldi.

Mai ricaricare il telefono quando ci sono temperature elevate, è consigliabile effettuare l’operazione di ricarica nelle ore serali o di notte, considerate che l’operazione di ricarica produce calore. Staccate prima possibile il telefono dal caricabatteria quando questa è ultimata. Anche l’alimentatore continua a produrre calore.

Prestare particola attenzione a certe applicazioni, ci sono applicazioni e giochi molto pesanti che mettono sotto sforzo il processore, producendo una quantità eccessiva di calore, che non riesce a dissiparsi velocemente. Bloccate tutte le app che non sono strettamente necessarie.

Da tenere presente che il caldo eccessivo, oltre che a danneggiare le batterie, che avranno conseguentemente una autonomia minore, e i circuiti, il telefono avrà serie difficoltà a lavorare correttamente, diventando sempre più lento. Esiste la possibilità che in queste condizioni il telefono si riavvia da solo se non addirittura si spegne completamente.

Se siete in spiaggia, tenetelo in una borsa, sotto l’ombrellone, il più coperto possibile e, dato che nella borsa non lo usate, utilizzate le funzioni avanzate di risparmio energetico, che bloccano automaticamente tutte le operazioni non indispensabili. Solo così potrete garantire ai vostri dispositivi una vita più “sana e duratura“.