videogame

Chiunque abbia avuto più sistemi operativi Windows non può non ricordarsi che da moltissimo tempo sono presenti giochi integrati, diventati ormai veri e propri simboli videoludici di Windows. Stiamo parlando di Campo minato (diventato poi Prato fiorito, come a voler rimuovere ogni traccia di male dai giochi di Windows) e Solitario. Anche il flipper di Windows 98 fa riaffiorare ricordi di lunghe partite con gli amici e si tratta del primo gioco non Microsoft presente nella raccolta giochi.

I giochi di Windows si sono evoluti graficamente con il passare degli anni, anche se i titoli sono rimasti più o meno gli stessi, mantenendo una semplicità che contraddistingue da sempre i giochi integrati dei sistemi operativi Windows.

Questa volta Microsoft ha deciso di fare qualcosa di azzardato e di integrare direttamente Candy Crush Saga, il celebre giochino di Facebook, nel nuovo Windows 10.

Dal momento che Candy Crush Saga è amatissimo, Microsoft pensa di accontentare moltissimi utenti con questa scelta, dando comunque la possibilità di disinstallare il gioco per chi non volesse tenerlo fra le app. Nonostante questo, molti utenti che non amano questo gioco hanno lanciato delle critiche a Microsoft, lamentandosi anche dell’eventuale fatica nella disinstallazione, quasi come se acquistassero un vestito con una macchia al centro e fossero costretti a smacchiarla con bruschino e detersivo.

Insomma, Windows 10 con Candy Crush Saga potrebbe essere una scelta azzeccata per tutti gli amanti del noto puzzle game. E’ comunque possibile disinstallarlo in pochissimi secondi o semplicemente ignorarlo, perciò riteniamo che le lamentele siano un po’ esagerate e che il “problema” dell’integrazione del gioco in Windows 10 non sussista.