Windows

Microsoft Windows 10 sarà una rivoluzione, non solo per il menu che torna ad esistere (anche grazie alle lamentele degli utenti), ma per una rivelazione che è stata fatta ad una conferenza a Chicago. Microsoft ha rivelato al mondo che Microsoft Windows 10 sarà “l’ultimo sistema operativo”.

Ovviamente Microsoft non sta pensando di abbandonare il settore, ma sta pensando di fare come Adobe e distribuire continui aggiornamenti e migliorie, anziché creare nuovi sistemi da riacquistare. Ci saranno quindi delle release che andranno a migliorare il sistema operativo o a sostituirne delle funzionalità che nel tempo saranno antiquate.

Ma come funzionerà per il pagamento?

Già da tempo Microsoft ha annunciato che tutti i possessori degli ultimi sistemi operativi Windows potranno provare per un anno Windows 10 in modo gratuito, senza però parlare di quanto costerà l’anno dopo.

Grazie a questa rivelazione possiamo ipotizzare che Microsoft voglia creare un sistema di abbonamento annuale, per far pagare il noleggio del software e non per l’acquisto. Alcune persone prevedono una migrazione di massa ai sistemi operativi Linux, ma noi ci sentiamo di discordare con tale ipotesi.
Windows rimane il sistema per eccellenza in ambito video-ludico e anche per molti altri programmi non disponibili per Linux. Se il costo annuale rimanesse intorno ai 10 euro, potremmo sicuramente vederlo come un vantaggio, dato che sarebbe più vantaggioso pagare per rimanere continuamente aggiornati, anziché spendere più di 100 euro ogni tot anni per un nuovo sistema operativo (a causa di questo molti utenti preferiscono rimanere con i vecchi sistemi operativi Windows).

Non ci resta che aspettare per vedere se la nostra ipotesi di abbonamento annuale si rivelerà corretta e quindi vedremo anche il costo annuale che si andrà a pagare.