smartphone

Se il nostro smartphone Android comincia a essere un po’ lento, oppure ha dei problemi che prima non aveva e non sappiamo come risolvere, possiamo ripristinare Android per farlo tornare nuovo come al momento dell’acquisto.
La procedura è semplice e veloce, ma tutti i dati verranno persi, per cui dobbiamo assicurarci di aver salvato tutti i nostri file sulla schedina sd, la nostra rubrica ed eventualmente dobbiamo effettuare il backup di alcune applicazioni che hanno all’interno dei salvataggi o delle nostre personalizzazioni che non vogliamo perdere.

La rubrica Android viene associata in automatico al nostro account Gmail, ma per sicurezza andiamo alla voce della rubrica, nelle impostazioni e facciamo “importa/esporta”, in modo da salvare tutta la nostra rubrica in un file che possiamo tenere al sicuro sulla nostra schedina sd o sul computer, tramite un trasferimento dati. Qualora la rubrica non tornasse ad acquisire tutti i nostri contatti dopo il ripristino di sistema e il reinserimento del nostro account Gmail, utilizzeremo la voce “importa” per utilizzare il file appena salvato.

Per le applicazioni esistono numerosi software per il backup, gratuiti e a pagamento, anche se molti richiedono la presenza del “root” nel telefono, una procedura di sblocco per aumentarne le funzionalità. Le applicazioni di backup creeranno un file di salvataggio contenente le nostre app, da tenere al sicuro sulla nostra schedina sd. Non appena avremo salvato tutti i dati importanti, potremo procedere con la pulizia dello smartphone.

Come ripristinare lo smartphone Android

Andiamo nelle impostazioni di Android ed entriamo nella voce backup e ripristino (alcune versioni di Android potrebbero avere nomi diversi, ma la funzione è sicuramente presente). Adesso dobbiamo entrare nella voce del ripristino dei dati di fabbrica e il nostro telefono subirà una procedura di pulizia completa. Al termine del processo, lo smartphone sarà esattamente come al momento dell’acquisto e dovremo inserire di nuovo il nostro account Gmail, associato ad Android precedentemente.
Il cellulare dovrebbe riacquistare così la fluidità di un tempo. Se abbiamo effettuato il backup di alcune applicazioni, reinstalliamo il programma che abbiamo usato e importiamo il file del salvataggio dalla nostra schedina sd.