#BuoniPropositi

Una delle domande più difficili che un giovane studente si pone, nel corso della sua vita, è: cosa fare dopo il diploma? Nel caso la risposta venga trovata nella scelta di proseguire gli studi con l’università, il quesito immediatamente successivo è: quale percorso universitario intraprendere?

Si tratta di una scelta parecchio difficile, dato il gran numero di corsi di laurea (brevi o magistrali) proposti da ogni ateneo; se da una parte l’imbarazzo della scelta può rappresentare un dato positivo, dall’altra può causare confusione nello studente che, specialmente in assenza di un adeguato orientamento, si sente come “disperso”.

Ad oggi, i dati forniti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sono preoccupanti. Basti pensare che solo il 30% dei giovani desiderano proseguire gli studi dopo il diploma e più di un quarto dei maturandi si preoccupa della scelta del corso universitario da intraprendere solo dopo gli esami di maturità. Tale scelta, spesso e volentieri, viene fatta in maniera sbrigativa e non ponderata.

A tutti i giovani accorre in aiuto l’Università Telematica Niccolò Cusano, la quale poco più di un mese fa ha lanciato un’interessante campagna chiamata #BuoniPropositi. Il progetto si pone l’obiettivo di fornire un valido aiuto ai giovani studenti italiani per quanto riguarda la scelta e la costruzione del proprio percorso di studi, conseguentemente percorso lavorativo e, per così dire, di vita. UniCusano sta proponendo delle guide online completamente gratuite, semplici e alla portata di tutti. Una di queste è dedicata proprio alla difficile scelta del percorso universitario adatto.

Per prendere visione integrale della guida su come scegliere l’università giusta, scaricate il pdf gratuito: bastano pochi secondi!

Nel percorso di scelta dell’università giusta, i punti cardine da tenere in considerazione, secondo la guida e i #BuoniPropositi di UniCusano, sono essenzialmente sei. Li riassumiamo qui di seguito:

  1. Prendere coscienza delle proprie passioni, capacità, inclinazioni personali, ergo conoscere se stessi.
  2. Proiettarsi nel futuro e cercare di capire quale potrebbe essere, davvero, il “lavoro del cuore”.
  3. Avvalersi dell’aiuto e del consiglio delle persone care e vicine, perché molto spesso è più semplice scoprire le proprie attitudini attraverso gli occhi degli altri.
  4. Valutare l’offerta formativa, ovvero l’insieme delle discipline e degli argomenti previsti in un determinato corso universitario (può essere un sogno diventare un ingegnere aerospaziale, ma se non si è portati per le materie scientifiche, difficilmente si potrà ricoprire questa figura).
  5. Analizzare il mercato del lavoro e controllare quanta richiesta ci sia, in esso, delle figure professionali che si potrebbero ricoprire una volta terminato il corso di laurea scelto.
  6. Scegliere la sede fisica giusta, una volta individuato il percorso universitario ideale. Studiare all’Università, soprattutto come studenti “fuori sede”, comporta vivere in un ambiente nuovo, in una città nuova; è quindi opportuno scegliere attentamente un luogo adatto alle esigenze di vita quotidiana, oltre che a quelle di vita universitaria.

Questo è solo un breve riassunto dell’utile guida di UniCusano a proposito di come scegliere l’università giusta. Per leggere la sua versione integrale, basta un semplice click!