Come recuperare una partizione cancellata per errore

hard disk

Se abbiamo cancellato per sbaglio una partizione, possiamo usare un programma che consente di ripristinarla e di recuperare tutti i file in essa contenuti. Il software si chiama Rescue Kit e contiene numerosi strumenti che potrebbero salvare la vita al nostro computer, di fronte a vari problemi come il boot danneggiato, il recupero di file da un hard disk guasto e altre funzioni utili, tra cui appunto il ripristino di partizioni cancellate.

Come recuperare una partizione cancellata per errore?

Innanzitutto colleghiamoci a questo sito e scarichiamo il programma Rescue Kit cliccando su “download now”. Una volta richiamato il setup, il software ci chiederà di scegliere l’architettura del nostro sistema operativo. Dobbiamo cliccare su X86, se abbiamo un sistema operativo a 32 bit, oppure su X64 per i sistemi a 64 bit. Quindi clicchiamo sulla voce “Recovery Media Builder” e procediamo con l’installazione. Adesso selezioniamo l’opzione “Use ADK/WAIK” e andiamo avanti.

Il prossimo passo è quello dell’inserimento del codice seriale del programma. Nessuna paura! Possiamo ottenerlo gratuitamente registrandoci tramite questo modulo. Quindi inseriamo il codice seriale ottenuto e procediamo con l’installazione. Spuntiamo la voce “Microsoft Windows PE” per i sistemi operativi Windows, oppure Linux se abbiamo tale piattaforma. In quest’ultimo caso dobbiamo selezionare EFI per i sistemi linux a 64 bit, oppure BIOS per i sistemi a 32 bit.

Infine scegliamo la nostra unità per l’installazione del kit; possiamo farlo su una chiavetta USB o possiamo decidere di salvare il risultato in un file ISO da masterizzare successivamente, per esempio su un dvd vuoto.

L’ultima schermata ci chiede di localizzare la cartella di WAIK/ADK: clicchiamo sul link azzurro per scaricare questo pacchetto dal sito di Microsoft; quindi selezioniamo la lingua italiana e clicchiamo su “scarica”. Lanciamo il file di setup e lasciamo il percorso predefinito di installazione, in modo che corrisponda a quello già suggerito da Rescue Kit. Lasciamo le spunte predefinite consigliate e concludiamo l’installazione del pacchetto Microsoft attendendo pazientemente il completamento, che purtroppo sarà molto lento (potrebbero volerci diverse ore). Una volta terminato il processo, chiudiamo il setup e torniamo a quello di Rescue Kit, cliccando semplicemente “next” alla schermata della richiesta del percorso del pacchetto (assicurandoci che il percorso di WAIK/ADK corrisponda a quello installato o ci verrà chiesto di specificarlo). Abbiamo così terminato l’installazione di Rescue Kit. Se abbiamo scelto di esportare il file in un ISO, possiamo procedere alla masterizzazione del file su un CD o DVD, in casi di problemi ecco la guida su come masterizzare un ISO su disco.

Adesso non ci resta che riavviare il computer con il dispositivo inserito, assicurandoci che la nostra chiavetta usb (o Cd/Dvd) sia impostata come boot primario rispetto all’hard disk. Ci apparirà una schermata di Rescue Kit con tutti i tool utili al nostro sistema in caso di problemi. Selezioniamo “Undelete partition” e indichiamo la voce dello spazio libero da controllare (dove dovrebbe essere contenuta la partizione cancellata). Potremo scegliere diversi sistemi di scansione; se tutto va bene potrà bastare la “conventional search”. Il programma identificherà le partizioni cancellate: selezioniamo quella che ci interessa e clicchiamo su “next” per ultimare il processo.
Riavviamo il computer normalmente per avere di nuovo accesso alla nostra partizione.