Microsoft mette online i controlli sulla privacy

A un paio d’anni di distanza dalle polemiche sulla gestione della privacy in Windows 10, Microsoft ha reso disponibili i controlli per verificare i dati personali condivisi sulla rete (da PC). Visitando questo indirizzo, con un account Microsoft, si raggiungono gli appositi pannelli di controllo dedicati a posizione, cronologia ricerche e così via.

Da queste pagine, possiamo vedere come l’uso di un profilo condiviso sulla rete ci renda perfettamente visibili agli altri, in questo caso la stessa Microsoft. C’è la mappa geografica della nostra posizione, gli argomenti più cercati su Internet e perfino i dati condivisi con l’assistente personale Cortana. Fortunatamente, si può cancellare la cronologia di ricerca e scegliere impostazioni specifiche per i vari prodotti Microsoft.

Windows 10 sarà meno curioso

Si tratta di un primo passo verso la riduzione nella raccolta di informazioni personali da Internet, che Microsoft attiverà nel prossimo Creators Update di Windows 10. Dopo questo maxi-aggiornamento, atteso in primavera, avremo nuove opzioni legate alla privacy nel sistema operativo con la scelta se condividere “poco” o “tutto”. Ovviamente, chi non usa un account Microsoft continuerà a non condividere nulla, ma questo è un altro discorso.

Loading...