Android è ancora meno sicuro di iOS

Android non ha vissuto una buona annata nel 2016 sul lato della sicurezza, come indicavano le tante notizie su attacchi hacker e nuovi malware. Le statistiche diffuse da CVE Details confermano questa impressione e vedono Google avere un primato poco invidiabile, quello del software meno sicuro di tutti.

Android, l’anno scorso, si è piazzato al primo posto come numero di “vulnerabilità” cioé metodi per superare i blocchi di sicurezza e accedere ai dati personali dell’utente. Una volta effettuata questa procedura, ogni informazione e file presente sul dispositivo può essere prelevata attraverso la rete, come è capitato diverse volte negli ultimi mesi. In tutto si parla di oltre 500 “buchi” nel sistema operativo di Google rispetto ai 160 circa del rivale targato Apple.

Ma non era Windows il peggiore di tutti?

I tempi cambiano e Windows non è più sinonimo di virus: infatti, Windows 10 non è neanche nei primi dieci nella stessa classifica ma arriva solo al tredicesimo posto. Linux occupa seconda e terza posizione dato che le sue varie distribuzioni non vengono sempre aggiornate in tempo (per fronteggiare gli ultimi attacchi hacker). I continui update di Microsoft, per quanto fastidiosi, hanno il pregio di risolvere questo problema con discreta puntualità.